Rss Feed

sabato 23 novembre 2013

Treccia brioche all'uvetta! Che meraviglia

Pubblicato da Claudia Pane a 13:28

Questa ricetta viene dalla mia amica Federica. Dopo mille tentativi falliti, finalmente ho trovato la brioche dei miei sogni!
Questa ricetta va bene per realizzare le brioche col tuppo o, come ho fatto io, una treccia. Io ho messo l'uvetta come mi ha consigliato lei, ma marmellata, nutella e gocce di cioccolato sono ottime alternative. Se proprio dobbiamo dirla tutta, confesso di aver spalmato un generoso strato di nutella sulla fetta (in mia difesa, devo dire che uvetta e cioccolato si sposano benissimo), e di aver mandato le papille gustative in visibilio. Quindi, questo è il mio consiglio! L'alternativa a prova di sensi di colpa (ma neanche poi tanto), è la marmellata di mandarini.

Con questo impasto, a me è venuta fuori una treccia dalle dimensioni mastodontiche, e infatti l'ho fatta lievitare solo 1 h e mezza, e non due. Quindi se aspettate le 2 ore, o fate due trecce, o usate un forno grande, in modo da avere più spazio.


Dopo tre giorni è ancora morbidissima, se si ha l'accortezza di conservarla avvolta nel domopak e coperta da un panno.

250 gr farina manitoba
250 gr farina 00
25 gr lievito di birra
250 ml di latte a temperatura ambiente
60 gr di zucchero
1 uovo sbattuto a temperatura ambiente
60 gr burro ammorbidito
10 gr di miele (millefiori, agrumi, a scelta
15 gr di sale
1 fialetta di aroma di arancia
uvetta q.b

zuccherini, zucchero di canna, tuorlo e latte per la crosticina.

Miscelare le due farine setacciate, fare una fontana al centro, in cui versare il lievito disciolto in un pò di latte tipido, lo zucchero, l'uovo, il burro a tocchetti, il miele, l'aroma e, in ultimo, il sale.
Cominciare a impastare, versando a poco a poco il latte a filo e lavorare fino a ottenere un impasto morbido ed elastico. Coprire con un canovaccio o col domopak, e far lievitare nel fornetto spento per 2 h. Io lo accendo per pochi secondi ogni tanto, in modo da dare una "botta" di calore. Questo ovviamente vale per solo per quando fa freddo, perchè d'estate non c'è bisogno.

Aggiungere l'uvetta o quello che si preferisce, e formare la treccia, o le brioche col tuppo, o i cornetti, e far lievitare altre 2 ore.

  • Per le brioche col tuppo, si devono formare delle palline più grandi (che abbiano più o meno lo stesso peso) e delle palline più piccole (che abbiano anch'esse lo stesso peso) e unirle prima di rimettere a lievitare.

  • Per i cornetti, bisogna stendere l'impasto formando un rettangolo lungo, e poi tagliare dei triangoli lunghi, da arrotolare su sè stessi. In questo caso, magari non aggiungete l'uvetta e sostituitela con il ripieno per i cornetti che preferite. 

  • Per la treccia, si devono ottenere 3 salsicciotti, e intrecciarli.

Mentre riscaldate il forno, spennellate la brioche con tuorlo mischiato a un pò di latte, e spolverate con lo zucchero di canna e gli zuccherini.
Infornate in forno già caldo a 180° per 30 minuti. Fate la prova stecchino.



2 commenti on "Treccia brioche all'uvetta! Che meraviglia"

~ Inco on 23 novembre 2013 22:58 ha detto...

Ma che bella questa treccia all'uvetta!!
Complimenti per il tuo blog..lo trovato per caso, mi unisco ai tuoti lettori.
Un abbraccio cara e buona domenica.
Incoronata

Claudia Pane on 24 novembre 2013 09:33 ha detto...

grazie mille per essere passata e per i complimenti! :D Buona domenica anche a te :)

Posta un commento