Rss Feed

mercoledì 21 maggio 2014

Marmellata di Fragole... gnammm

Pubblicato da Claudia Pane a 21:46


Questa è la prima marmellata che faccio in casa. Ci pensavo da mesi, da quando è nata la mania del Fruttapec, e da lì tutti a fare marmellate.. Ma non mi ci ero mai soffermata, ho un'antipatia per le sostanze dai nomi strani (lo so che la pectina è innocua, ma è più forte di me: più ingredienti basilari uso, più sono contenta). Però adoro le fragole e in frigo ho marmellate di tutti i gusti possibili e immaginabili perchè ogni giorno la mia colazione consiste in 3 fette biscottate integrali con sopra la marmellata.. per non impazzire e odiare questa colazione, meglio armarsi di una varietà invidiabile di marmellate!

Se si sterilizzano i barattoli, la marmellata può conservarsi fino a 12 mesi, e una volta aperto il barattolo la si deve consumare in poche settimane. Se invece, come me, non si sterilizza il barattolo (io avevo intenzione di consumarla in breve tempo) si mantiene per massimo 2 settimane. Insomma.. fate vobis.

Personalmente mi sono innamorata di questa marmellata appena l'ho assaggiata... è buonissima, niente a che vedere con quelle che si comprano al supermercato. Ne farò altre prima che finiscano le fragole e userò dei barattoli sterilizzati per conservare tutto l'anno! 

Per due barattolini piccoli, o uno grande
500 gr fragole
150 gr zucchero di canna
succo di mezzo limone
zest di un limone
1 cucchiaio di miele millefiori

Lavate le fragole, togliete il picciolo, fatele a pezzetti piccoli. Mettetele in una bowl con zucchero di canna, miele, zest e succo di limone. Coprite con la pellicola e fate riposare in frigo per 5 ore, in modo tale che le fragole caccino in succo e si leghino tutti i sapori.
Trascorso il tempo, prendete una pentola e versatevi il contenuto della bowl. Accendete la fiamma a fuoco abbastanza alto e portate a ebbolizione: si formerà una schiumetta, sono le impurità della frutta che vengono a galla. Con un cucchiaio, prelevate la schiumetta, facendo attenzione a non prendere anche i succhi della frutta.. insomma, togliete il meno possibile. Aiutatevi con un piatto per raccogliere la schiuma.
Man mano che procedete, la schiuma sarà sempre meno (ci vorrano un paio di minuti) e quando la schiuma sarà finita, comincerà la cottura vera e propria.
La marmellata deve cuocere per circa 40 minuti a fuoco abbassato. Girate ogni tanto perchè non si attacchi sul fondo, e spegnete solo quando avrete fatto la prova del piattino: prendete un piattino e un pochino di marmellata.. se inclinando il piattino la marmellata risulta ancora liquida e cola, allora deve cuocere ancora, mentre se rimane più compatta è pronta.

Spegnete e versate ancora calda nel barattolo. Dopo mezz'ora, è pronta. Una volta fredda, riporre in frigorifero e conservare.

4 commenti on "Marmellata di Fragole... gnammm"

Mila on 22 maggio 2014 09:05 ha detto...

E beh bisogna aproffitarne finchè ci sono ancora le belle fragole saporite!!!!

Claudia Pane on 23 maggio 2014 13:46 ha detto...

Infatti!! Ne farò in quantità industriale nei prossimi giorni :D :D

Rossella on 23 maggio 2014 15:02 ha detto...

Sembra fantastica, immagino abbia davvero un altro sapore rispetto a quelle industriali! Anche io non ho mai provato a fare la marmellata proprio per diffidenza verso la pectina, chissà poi perchè!

Claudia Pane on 23 maggio 2014 21:54 ha detto...

Sì, tutti abbiamo le nostre fisse, soprattutto se non siamo abituati a usare quel determinato ingrediente! :D Confermo, niente a che vedere con quelle industriali :)

Posta un commento