Rss Feed

giovedì 21 maggio 2015

Babà al limoncello

Pubblicato da Claudia Pane a 11:05




Meno famoso del cugino al rhum, questa è la variante di babà che preferisco, amando io gli agrumi e avendo un'odio di vecchia data per il rhum. E' uguale al tradizione babà al rhum, con l'unica differenza di profumare di limone e di avere un'ottima bagna al limoncello.
Potete servirlo dopo un pranzo domenicale o come torta di compleanno, con la panna o con una crema pasticcera al limone, con la frutta o senza. In ogni caso, farete un figurone.
Farlo in casa è davvero semplice e, nonostante quello che si legge in giro, non è assolutamente necessaria la planetaria, anzi: per questa lavorazione serve un particolare movimento della mano che la planetaria non vi dà.

Le foto non rendono, perchè come spiegai un pò di tempo fa, la mia macchina fotografica mi ha lasciata prematuramente (non è arrivata neanche a un anno di vita), e sono dovuta tornare a quella che avevo prima, con conseguente abbassamento della qualità delle foto. Sto scalpitando, ho bisogno di una macchina fotografica nuova!

Vi lascio alla ricetta, con la versione in inglese scritta tra parentesi. Stamattina Napoli si è svegliata con il cielo nero e la temperatura nettamente più bassa rispetto ai giorni scorsi, dove abbiamo avuto un agosto-fuori-tempo. Che amarezza, ridatemi il sole. :)

per 24 cm
240 gr farina manitoba (1 and 2/3 cups extra strong bread flour)
4 cucchiai d'acqua (4 tablespoons water)
100 gr margarina (1/2 cup margarine)
50 gr zucchero (2 tablespoons granulated sugar)
20 gr lievito di birra (fresh bread yeast, 20 grams)
1 pizzico di sale (1 pinch of salt)
4 uova medie (io ne ho usate 3 grandi) (3 large eggs, or 4 medium sized eggs)

per la bagna: (syrup)
320 ml acqua (1 cup and 1/3 water)
180 gr zucchero (1 cup granulated sugar)
2 bicchieri di limoncello (2 glasses lemon liqueur)

1° lievitazione, la biga: impastare 1/3 della farina con 3-4 cucchiai di acqua e il lievito disciolto in quell'acqua intiepidita. Formare una pallina soda e far lievitare per 50 minuti.
2° lievitazione: impastare il resto degli ingredienti, aggiungere la biga lievitata, amalgamare e sbattere energicamente l'impasto fino a formare delle bolle. Far lievitare per 50 minuti.
3° lievitazione: versare l'impasto in senso orario o antiorario (insomma.. girando) a formare una sorta di vortice, far lievitare finchè non arriva a un paio di dita dal bordo.
180° per 30 minuti.

Preparare la bagna, e il giorno prima di servirlo, per essere sicuri che il babà l'abbia assorbita bene: far sciogliere in un pentolino lo zucchero nell'acqua, assieme alle bucce di un limone. Far raffreddare e aggiungere, una volta freddo, il limoncello. Bagnare il babà a più riprese, utilizzanto tutto lo sciroppo.

Servire con panna e frutta. 

10 commenti on "Babà al limoncello"

andreea manoliu on 21 maggio 2015 11:55 ha detto...

Non l'ho mai fatto il baba ma è una vera tentazione !

Dolci a gogo on 21 maggio 2015 12:15 ha detto...

Cara e che te lo dico a fare io adorooooooo il babà è una grande passione per me e sai che al limoncello non l'ho ancora mai provato??Il tuo è favolosooooooo!!Un bacio grande,Imma

Adenina Viola on 21 maggio 2015 12:23 ha detto...

Mi piace tantissimo la tua variante con la bagna al limoncello!

speedy70 on 21 maggio 2015 14:43 ha detto...

Che spettacolo questo babà, complimenti Claudia!!!!!

Sabrina Rabbia on 21 maggio 2015 15:31 ha detto...

mai fatto prima, mi sta facendo venire l'acquolina.....quasi quasi!!!!Baci Sabry

Laura Carraro on 21 maggio 2015 15:37 ha detto...

Che meraviglia, anche se a Napoli non c'è il sole verrei comunque ad assaggiarlo, sono sicura che ne valga la pena!!!
Baci

Claudia Pane on 21 maggio 2015 16:50 ha detto...

Grazie a tutte!!! :D :D

Valentina Spinetti on 22 maggio 2015 09:04 ha detto...

ti è venuto una meraviglia!!! Bellissimo..... ben trovata, ti seguirò

Claudia Pane on 22 maggio 2015 14:19 ha detto...

Grazie Valentina! Ricambio :D

Günther on 25 maggio 2015 21:08 ha detto...

la mia attenzione sui tutto l'ha colta questo magnifico babà un invito alla buona tavola

Posta un commento